Panoramica

Lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3 è rivolto alle pazienti con una recente diagnosi di cancro dell’ovaio che è progredito ed è diventato resistente alla chemioterapia contenete platino (cancro dell’ovaio resistente al platino). Questo studio clinico valuta la sicurezza e l’efficacia di NovoTTF-100L(O) nel trattamento del cancro dell’ovaio recidivante, in aggiunta al paclitaxel normalmente somministrato alle pazienti che soffrono di questa patologia. Il dispositivo NovoTTF-100L(O) invia campi elettrici per il trattamento del tumore (Tumor Treating Fields, TTFields) nella regione addominale colpita dal cancro. Novocure, lo sponsor dello studio, ha creato questo sito web per aiutare le pazienti a reperire le informazioni di base su questo studio clinico e ad avere facile accesso ai centri medici presso cui è possibile partecipare. Se desidera partecipare allo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3, contatti uno dei centri partecipanti quanto prima. Se ha domande sulla sua patologia e sul trattamento raccomandato, consulti il suo medico curante.

Informazioni sui TTFields

I TTFields (Tumor Treating Fields) sono campi elettrici che inibiscono la divisione delle cellule tumorali. Essi vengono inviati nella regione del corpo sede del tumore attraverso un dispositivo medico sperimentale, chiamato NovoTTF-100L(O). Tale dispositivo è composto da un sistema portatile e leggero alimentato a batteria, progettato per inviare i TTFields nella regione dell’addome. Per ricevere il trattamento con i TTFields, le pazienti dovranno posizionare quattro trasduttori, che inviano i campi nella regione addominale in modo non invasivo, sull’addome, la schiena e i fianchi. Le pazienti dovranno usare il dispositivo a casa in maniera continua.

NovoTTF-100L(O) non è approvato da alcun ente sanitario governativo per il trattamento del cancro dell’ovaio. Pertanto, la sicurezza e l’efficacia dei TTFields non sono note nell’ambito di questa patologia e saranno oggetto di valutazione in questo studio clinico.

Optune®, un altro sistema che invia i TTFields (200 kHz), è stato approvato per il trattamento del glioblastoma di recente diagnosi o recidivante (un tipo di tumore del cervello) negli Stati Uniti dalla Food and Drug Administration (FDA), tramite una procedura di autorizzazione pre-commercializzazione (PMA) e ha ottenuto il marchio CE in Europa per le stesse indicazioni.  Nel 2019, la FDA ha approvato Optune Lua (precedentemente denominato NovoTTF-100L), un dispositivo che invia i TTFields, per il trattamento del mesotelioma pleurico maligno (MPM), in combinazione con la chemioterapia, tramite la procedura di esenzione dispositivo ad uso umanitario (Humanitarian Device Exemption, HDE). Nel 2020, NovoTTF-100L ha ottenuto il marchio CE per il MPM in Europa.

Lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3

Lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3 è uno studio pivotal (simile a una sperimentazione di fase III), randomizzato, controllato, in aperto, progettato per valutare l’efficacia e la sicurezza dei campi elettrici per il trattamento del tumore (Tumor Treating Fields, TTFields), generati da un dispositivo medico, NovoTTF-100L(O), in combinazione con paclitaxel in pazienti affette da cancro dell’ovaio recidivante. Lo studio prevede l’arruolamento di 540 pazienti in totale.

L’arruolamento delle pazienti allo studio è in corso presso centri in Europa, Israele, Canada e Stati Uniti.

Disegno dello studio INNOVATE-3

Sono candidate a questo studio pazienti a cui è stato recentemente diagnosticato un cancro dell’ovaio recidivante, con un massimo di 2 trattamenti precedenti per malattia resistente al platino. L’idoneità definitiva può essere stabilita esclusivamente dal medico responsabile dello studio clinico, in uno dei centri sperimentali. Tutte le pazienti arruolate nello studio riceveranno un trattamento standard per il cancro dell’ovaio, paclitaxel, proprio come le pazienti che non partecipano allo studio. Tutte le pazienti saranno assegnate in modo casuale a uno di due gruppi:

  • gruppo dei TTFields: le pazienti riceveranno i TTFields inviati attraverso il dispositivo NovoTTF-100L(O), in aggiunta alla terapia standard con paclitaxel;
  • il gruppo della terapia standard (controllo): le pazienti riceveranno la terapia standard con paclitaxel.

Ogni paziente avrà il 50% di probabilità di entrare in ognuno dei due gruppi, come accade nelle “procedure randomizzate” (proprio come per il lancio di una moneta). Le pazienti idonee saranno randomizzate entro 28 giorni dalla firma del modulo di consenso informato per lo studio clinico.

Trattamento dello studio

La paziente riceverà il trattamento continuo con i TTFields tramite NovoTTF-100L(O), in associazione alla terapia standard con paclitaxel somministrato una volta alla settimana. Per utilizzare il dispositivo, la paziente deve applicare quattro trasduttori su addome, schiena e fianchi, da sostituire due/tre volte alla settimana. Per posizionare i trasduttori potrebbe essere necessario radere l’addome/la schiena prima di applicarli.

Per iniziare a usare il dispositivo sarà eseguita una prima formazione sul suo funzionamento presso il centro, da parte di un esperto addetto all’assistenza tecnica (Device Support Specialist, DSS) Novocure qualificato. Le pazienti continueranno a utilizzare il dispositivo a casa. Le pazienti che utilizzano il dispositivo NovoTTF-100L(O) possono continuare a utilizzare il dispositivo in autonomia (con l’aiuto di un familiare o di un caregiver, se necessario) o affidarsi all’assistenza del DSS.

La paziente sarà istruita da un esperto addetto all’assistenza tecnica (“DSS”) su come usare il dispositivo e risolvere ogni potenziale problema relativo al suo utilizzo. Il DSS può anche aiutare le pazienti a trovare soluzioni tecniche personalizzate che consentano loro di ricevere i TTFields senza rinunciare alle normali abitudini quotidiane.

Idoneità

Criteri di inclusione principali (sintesi, non un elenco completo):

  1. diagnosi di cancro dell’ovaio che non ha risposto alla terapia contenente platino nei 6 mesi precedenti
  2. ≥18 anni di età
  3. accordo di partecipazione allo studio clinico (“consenso informato”)

Criteri di esclusione principali (sintesi, non un elenco completo):

  1. pazienti con cancro dell’ovaio che non ha risposto al trattamento con paclitaxel somministrato una volta alla settimana
  2. pazienti con cancro che si è diffuso al cervello o alle membrane cerebrali

Arruolamento

L’arruolamento a questo studio è terminato. Si prega di andare su trovare sperimentazioni per cercare altre opzioni nella propria area, oppure di contattarci.

Costi dello studio

Lo sponsor dello studio (Novocure) pagherà per tutti i trattamenti ragionevolmente correlati allo studio, incluso il dispositivo NovoTTF-100L(O) e gli accessori. I trattamenti parte della normale assistenza medica saranno a carico delle pazienti e della loro compagnia di assicurazione. Inoltre, lo sponsor dello studio rimborserà le pazienti per alcune spese di viaggio correlate alle procedure dello studio. Tale rimborso sarà effettuato esclusivamente in conformità alle regole del centro dello studio presso cui è in cura la paziente. Per le norme e i diritti al rimborso locali, rivolgersi all’equipe medica del centro, prima dell’arruolamento nello studio.

Centri dello studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3

Un elenco aggiornato dei centri medici che prendono parte allo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3 e le relative informazioni di contatto sono reperibili al seguente link clinicaltrials.gov.

Se non riesce a contattare uno dei centri o a reperire informazioni complete sullo studio, la preghiamo di inviare un’e-mail con le domande all’indirizzoinformazioni sul paziente, indicando “ENGOT-ov50/INNOVATE-3” nell’oggetto.

Vivere con i TTFields

Le pazienti che partecipano allo studio indossano il dispositivo continuativamente, ma possono fare delle pause durante l’utilizzo quotidiano purché l’esposizione media ai TTFields durante l’intero periodo di trattamento sia di 18 ore al giorno. Il medico curante può modificare il programma terapeutico e di utilizzo del dispositivo secondo le necessità.

Novocure fornisce alle pazienti un supporto tecnico 24 ore su 24, tramite un esperto addetto all’assistenza tecnica (Device Support Specialist, DSS) locale.  Il DSS offre assistenza tecnica completa, mentre l’equipe medica continuerà a occuparsi di tutte le problematiche mediche e delle decisioni relative agli aspetti terapeutici.

La terapia con il dispositivo NovoTTF-100L(O) prevede il funzionamento continuo di un dispositivo medico che può essere trasportato all’interno di una borsa fornita insieme al dispositivo. La borsa per il dispositivo è alla moda e può essere indossata come uno zaino, a tracolla o su un lato. In alternativa, si può trasportare il dispositivo all’interno di un trolley. I trasduttori posizionati sul tronco possono essere completamente nascosti sotto i vestiti per non essere visibili agli altri. In questo modo, la borsa che trasporta il dispositivo è l’unica parte del kit di trattamento NovoTTF-100L(O) visibile.

NovoTTF-100L(O) è stato accuratamente progettato per consentire alle pazienti di mantenere il loro stile di vita, senza interferire con le loro abitudini quotidiane come uscire per una passeggiata, fare shopping e incontrarsi con amici e familiari. È possibile rivolgersi preventivamente al medico curante prima di qualsiasi attività specifica. Inoltre, il DSS locale può fornire informazioni per gestire i dubbi relativi allo stile di vita.

Novocure fornisce alle pazienti tutte le batterie portatili necessarie perché possano conservare uno stile di vita attivo, incluso praticare attività all’aperto.

Il peso totale del kit di trattamento, comprensivo di una batteria, è circa 3 chilogrammi (6 libbre). Per la maggior parte del tempo, la grande maggioranza delle pazienti non dovrà trasportare fisicamente il dispositivo, ma potrà utilizzarlo tenendolo fermo in un posto (ad esempio sulla scrivania, su un tavolo o sul pavimento all’interno della borsa).

L’uso del dispositivo non dovrebbe interferire con gli elettrodomestici o i dispositivi elettronici personali. Non c’è rischio di esposizione ai TTFields per chi non li utilizza, come colleghi di lavoro e familiari.

Principi scientifici dei TTFields

Le cellule tumorali si dividono e si moltiplicano rapidamente nel tumore. Queste cellule tumorali trasportano tipi differenti di elementi carichi elettricamente, che rivestono un ruolo fondamentale nel processo di divisione cellulare. Le altre cellule sane della regione addominale si moltiplicano a una velocità notevolmente inferiore, o per nulla, e/o hanno proprietà differenti, come dimensioni diverse, rispetto alle cellule tumorali. Pertanto, le cellule sane raramente hanno le stesse proprietà elettriche delle cellule tumorali quando si dividono e non dovrebbero essere interessate dai TTFields.

Meccanismo d’azione dei TTFields

Il dispositivo NovoTTF-100L(O) utilizzato in questo studio invia campi elettrici alternati a bassissima intensità nella sede del tumore, attraverso la cute e altri tessuti più superficiali. Tali campi sono noti con il nome di campi elettrici per il trattamento del tumore (Tumor Treating Fields) o TTFields. Studi preclinici hanno dimostrato che, a causa della forma e della dimensione delle cellule tumorali durante la loro moltiplicazione, i TTFields sono in grado di cambiare la posizione degli elementi cellulari carichi elettricamente di queste cellule durante la fase di divisione, interrompendo il loro normale funzionamento, e causando, infine, la morte della cellula. Inoltre, le cellule tumorali contengono anche elementi costitutivi molto piccoli che agiscono come dei piccoli motori spostando parti essenziali delle cellule da un posto all’altro. I TTFields interferiscono con il normale orientamento di questi piccoli motori poiché anch’essi sono carichi elettricamente. Come risultato di questi due effetti, la divisione delle cellule tumorali viene rallentata provocando la morte cellulare o l’inversione della divisione stessa, che determina l’inibizione della crescita del tumore dopo l’esposizione continuativa ai TTFields. I dati preliminari indicano anche che i TTFields hanno sulle cellule sane dei tessuti della regione addominale un’azione molto inferiore rispetto a quella che sono in grado di esercitare sulle cellule tumorali, poiché le cellule sane si moltiplicano, se lo fanno, a una velocità molto più lenta.

Il meccanismo d’azione dei TTFields è sintetizzato nel video qui sotto:

I TTFIELDS NON SONO APPROVATI PER IL TRATTAMENTO DEL CANCRO DELL’OVAIO. LA SICUREZZA E L’EFFICACIA DEI TTFIELDS NEL CANCRO DELL’OVAIO NON SONO STATE ACCERTATE.

[Video sui principi scientifici dei TTFields]

Pregressa esperienza clinica

Sono numerosi i sistemi sviluppati per inviare i TTFields finora testati contro diversi tipi di tumore. La differenza principale tra i sistemi precedentemente testati e NovoTTF-100L(O) è la frequenza dei TTFields emessa dai diversi sistemi. La frequenza è regolata dal produttore dei vari sistemi per ottimizzare il trattamento per ciascun tipo di tumore trattato, in base ai dati degli esperimenti di laboratorio.

NovoTTF-100L(O) è stato già testato in uno studio pilota (analogo a uno studio di sicurezza/di fase II) su 31 pazienti con cancro dell’ovaio recidivante in combinazione con paclitaxel, per esaminare la sicurezza e l’efficacia preliminare dei TTFields in questa indicazione. Il disegno dello studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3 si fonda sui risultati di questa sperimentazione.

Optune®, un altro sistema che invia i TTFields (200 kHz), è stato approvato per il trattamento del glioblastoma di recente diagnosi o recidivante (un tipo di tumore del cervello) negli Stati Uniti dalla Food and Drug Administration (FDA), tramite una procedura di autorizzazione pre-commercializzazione (PMA) e ha ottenuto il marchio CE in Europa per le stesse indicazioni.  Nel 2019, la FDA ha approvato Optune Lua (precedentemente denominato NovoTTF-100L), un dispositivo che invia i TTFields, per il trattamento del mesotelioma pleurico maligno (MPM), in combinazione con la chemioterapia, tramite la procedura di esenzione dispositivo ad uso umanitario (Humanitarian Device Exemption, HDE). Nel 2020, NovoTTF-100L ha ottenuto il marchio CE per il MPM in Europa.

Eventi avversi

In base ai principi scientifici dei TTFields e ai risultati clinici finora ottenuti, non si prevede che NovoTTF-100L(O) causi eventi avversi sistemici nelle pazienti affette da cancro dell’ovaio. Nei precedenti studi condotti con Optune®, il sistema testato per il glioblastoma, un’alta percentuale di pazienti ha sviluppato un’irritazione della pelle locale al di sotto dei trasduttori, che nella vasta maggioranza dei casi era di grado lieve o moderato.

Nel summenzionato studio sul cancro dell’ovaio non sono stati segnalati eventi avversi gravi attribuiti ai TTFields, secondo il parere dei medici dello studio. L’unico evento avverso legato al dispositivo è stato l’irritazione della pelle al di sotto dei trasduttori, che nella maggioranza dei casi era di grado lieve o moderato.

Le informazioni contenute in questo sito web sono parziali. Per il profilo di sicurezza completo dei TTFields consultare il proprio medico curante.

Anche se le informazioni sugli eventi avversi emerse da altri studi clinici possono riguardare l’uso del dispositivo nel cancro dell’ovaio, non necessariamente sono specifiche per la sua condizione, e il summenzionato studio sul cancro dell’ovaio includeva un numero ridotto di pazienti. Pertanto, il profilo di sicurezza del dispositivo nel cancro dell’ovaio non è stato stabilito e potrebbe essere diverso.

DOMANDE FREQUENTI[VB7] 

In quale fase è lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3?

Lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3 per le pazienti con cancro dell’ovaio recidivante è uno studio pivotal che si basa sull’esperienza di sperimentazioni precliniche complete e di studi clinici. Poiché NovoTTF-100L(O) è un dispositivo medico e non un farmaco, non vengono seguite le tradizionali fasi I, II e III che sarebbero necessarie per un nuovo farmaco sperimentale. Questo studio pivotal corrisponde a una sperimentazione clinica di fase III sui farmaci per quanto riguarda struttura e finalità.

Come posso partecipare allo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3?

È in corso l’arruolamento in centri in Europa, Israele, Canada e Stati Uniti. Faccia clic sul link centri ENGOT-ov50/INNOVATE-3 per maggiori informazioni.

Quali sono gli eventi avversi attesi dei TTFields?

In base ai dati clinici in nostro possesso, non si prevedono eventi avversi sistemici con l’utilizzo del dispositivo NovoTTF-100L(O). Le pazienti hanno riferito irritazione cutanea da lieve a moderata al di sotto dei trasduttori. Per maggiori informazioni, legga principi scientifici dei TTFields. Durante l’invio dei TTFields, i trasduttori possono causare un leggero riscaldamento e formicolio della cute sottostante.

Devo portare il dispositivo sempre con me?

Il dispositivo e la batteria portatile pesano complessivamente circa 3 chilogrammi (6 libbre) e possono essere trasportati in un’apposita borsa da portare a spalla o come uno zaino, quando si esce. Per la maggior parte del tempo, le pazienti non devono necessariamente trasportare fisicamente il dispositivo, ma possono utilizzarlo mentre viene tenuto fermo in un posto (ad esempio sulla scrivania, su un tavolo o sul pavimento all’interno della borsa). Il dispositivo è stato pensato per consentire lo svolgimento delle normali attività quotidiane. Le pazienti che partecipano allo studio devono indossare il dispositivo il più possibile.  Possono fare delle pause durante l’uso quotidiano del dispositivo, purché il tempo medio di esposizione ai TTFields per l’intero periodo di trattamento sia di 18 ore al giorno. Per maggiori informazioni sulle questioni relative allo stile di vita, legga vivere con i TTFields.

L’utilizzo dei TTFields può comportare rischi per i familiari o altre persone?

L’uso del dispositivo non dovrebbe interferire con gli elettrodomestici o i più comuni dispositivi elettrici personali. Non c’è rischio di esposizione ai TTFields per chi non li utilizza, come colleghi di lavoro e familiari.

In che modo il dispositivo influirà sulla mia vita sociale?

Può usare il dispositivo e conservare la maggior parte delle sue abitudini quotidiane. I trasduttori saranno nascosti dai vestiti. Un esperto addetto all’assistenza tecnica (Device Support Specialist, DSS) le offrirà assistenza e supporto per i problemi legati all’aspetto quando si utilizzano i TTFields. Per maggiori informazioni, legga vivere con i TTFields.

Per quanto tempo dovrò indossare il dispositivo durante lo studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3?

Le pazienti sono collegate al dispositivo giorno e notte. Le pazienti possono scollegare il dispositivo per brevi pause per le necessità personali, purché l’esposizione media ai TTFields durante l’intero periodo di trattamento sia di almeno 18 ore al giorno. Il trattamento dello studio proseguirà fino a che il medico responsabile non diagnosticherà una progressione del cancro dell’ovaio nell’addome, valutata in base al protocollo, o fino a che una patologia grave non richieda l’interruzione del trattamento. Inoltre, potrà decidere di sospendere i TTFields in qualsiasi momento dopo aver iniziato a utilizzare il dispositivo. Per maggiori informazioni sullo studio, legga studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3.

Le pazienti devono pagare per partecipare allo studio?

No. Lo sponsor dello studio fornirà gratuitamente il dispositivo NovoTTF-100L(O) e tutti gli accessori di supporto. Per maggiori informazioni, legga studio ENGOT-ov50/INNOVATE-3.